I contenuti presenti sul blog "SineGlu" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2012 - 2015 SineGlu by Maria Grazia Venturi. All rights reserved

mercoledì 8 marzo 2017

Gallette di Avena con esubero di Li.Co.Li.



Questi biscotti salati sono senza amidi, senza burro, senza latte, senza zuccheri...sani sani e veramente buoni, una ricetta nata per smaltire l' esubero di lievito madre liquido (Li.Co.Li.).
Per prepararli ho macinato i fiocchi di avena senza glutine, che avevo in dispensa, col Bimby
( 1 minuto velocità 10 ) e li ho ridotti così in farina.




Ingredienti per circa 50 gallette

225 gr farina di avena
240 gr esubero di Li.Co.Li.
50 gr acqua tiepida
40 gr olio evo
4 gr sale

Ho mescolato tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio, leggermente appiccicoso ma facilmente lavorabile, tanto che non ho dovuto aggiungere farina per stenderlo.
Ho formato una palla liscia che ho diviso in 2 parti e ho steso col mattarello in due teglie foderate con carta forno fino a raggiungere lo spessore di 2 millimetri.
Ho formato dei quadrati con una rotella e ho bucherellato l' impasto con la forchetta.
Ho cotto 1 teglia per volta a forno ventilato 180 gradi per 30 minuti ciascuna.





Potete usarli per mangiare formaggi, salumi, quello che preferite.


Buon appetito !

domenica 5 marzo 2017

Li.Co.Li. di farina di riso, grano saraceno, acqua e Kefir


Che cos'è il Li. Co. Li.  ?
E' un lievito madre in coltura liquida anziché solida.
E' un lievito madre molto più semplice da gestire perché, una volta attivato e pronto si potrà dimenticare nel frigo anche per un mese senza necessità di rinfrescarlo ogni settimana.
All'inizio però , quando ancora il lievito è molto giovane e raddoppia il suo volume in 13 ore o più, occorre fare rinfreschi ravvicinati utilizzando il primo metodo di rinfresco che spiegherò più sotto, e tenerlo fuori dal frigo finchè non sarà ben attivo e lievitato in meno di 5 / 6 ore.
Una volta che è ben attivo si potrà riporre in frigo e rinfrescare al momento del bisogno utilizzando il secondo metodo di rinfresco che evita sprechi perché si rimpiazza lo stesso quantitativo di Li.Co.Li. prelevato con farina e acqua con dosi specifiche.
La persona che ha trovato il modo di "sglutinare" e adattare questo metodo usando farine senza glutine è la maestra indiscussa del senza glutine Olga Francesca Scalise Botta, ideatrice del blog
Un cuore di farina senza glutine, che non finirò mai di ringraziare per la pazienza con cui segue e aiuta e consiglia, ma anche ispira tutti noi da sempre nelle preparazioni di cibi senza glutine.

Passiamo a vedere come si prepara.

Si possono usare vari metodi.
Il primo è trasformare una pasta madre solida in liquida utilizzando :



  • 50 g di lievito madre senza glutine classico
  • 150 g di farine (NO amidi) naturalmente senza glutine (io metà di riso e metà di mais finissima)
  • 215 g di acqua


  • Il secondo metodo è quello di partire da zero e utilizzare come starter una mela grattugiata :

    Li.Co.Li starter mela
    • 75 g farina naturalmente senza glutine (io metà di riso e metà di mais finissima)
    • 25 g mela frullata
    • 128 g acqua
    Il terzo metodo prevede l'utilizzo di uno yogurt bianco intero come starter

    Li.Co.Li starter yogurt
    • 75 g farina naturalmente senza glutine (io metà di riso e metà di mais finissima)
    • 25 g yogurt (io intero bio) Potete usare se lo avete anche il Kefir
    • 128 g acqua
    Il quarto metodo prevede il miele come starter

    Li.Co.Li starter miele: questo è idoneo a chi ha problemi con il lattosio dello yogurt
    • 75 g farina naturalmente senza glutine (io metà di riso e metà di mais finissima)
    • 25 g di miele leggero o di Acacia o di Sulla così non lo sentite
    • 128 g di acqua
    il quinto metodo si fa con farina di teff e acqua, nessuno starter

    Li.Co.Li con farina di teff
    • 74 g di farina di teff
    • 173 g di acqua
    Mescolate con una frusta tutti gli ingredienti dentro un barattolo di vetro. Lasciate riposare coperto per circa 12 ore, trascorso questo tempo mescolate per ossigenare. In questo lievito dovreste trovare le bollicine già dopo 24 ore altrimenti aspettate finché non compariranno.


    Per ogni approfondimento vi lascio il link al blog che spiega passo passo come fare ad attivare le varie tipologie di Li. Co. Li. a seconda del metodo che sceglierete.
    Cliccate QUI

    Per quanto riguarda i rinfreschi invece ci sono 2 metodi di rinfresco. Il primo da usare quando il Li. Co. Li. è ancora giovane e poco attivo, da fare ogni volta che il lievito cresce e fa le bolle frizzando, così da renderlo forte quanto prima. Durante questa fase il lievito va tenuto fuori dal frigo e ricoperto solo con pellicola per alimenti.
    Il secondo metodo invece potrete utilizzarlo quando il Li. Co. Li. sarà ben attivo e lieviterà in 5/6 ore, e vi permetterà di non avere esuberi.

    1° Metodo di rinfresco
    Adesso fate il rinfresco e prelevate:
    • 50 g di quel lievito madre liquido a cui aggiungerete
    • 150 g di farine (NO amidi) naturalmente senza glutine (io metà di riso e metà di mais finissima)
    • 255 g di acqua
    2° Metodo di Rinfresco da attuare solo quando il lievito è già ben attivo e non con un lievito appena nato

    In questo caso cioè si aggiunge nel contenitore del lievito madre esattamente quanto se ne è usato, per cui (mantenendo costanti le percentuali di farina e idratazione che ho usato per renderlo liquido) se tolgo ad es. 150 g di lievito madre liquido, devo aggiungere nella boccia 55 g di farina (sempre metà e metà) e 95 g di acqua. Mescolo, chiudo il barattolo e ripongo SUBITO in frigorifero, senza bisogno quindi di farlo maturare a temperatura ambiente. Funziona :) ed è comodissimo, eliminiamo definitivamente tutti i problemi legati all’esubero, tenendo attiva sempre la stessa quantità.
    • Dovete quindi aggiungere rispetto a quanto prelevate il 37% di farina e il 63% di acqua, per comodità potete anche fare 35% farina 65% acqua, ricordate che in ogni caso è sempre meglio aggiungere più acqua che  farina.
    • poiché, in questo caso, il lievito lo infilate subito in frigorifero ricordatevi di usarlo dopo circa 48 ore, per dargli il modo di maturare un po’


    Il Li. Co. Li. che ho scelto di preparare è fatto con metà farina di riso finissima e metà farina di grano saraceno, acqua e ho utilizzato il Kefir come starter.



    Pane di Tiziana Neviani con mix di farine naturali di teff riso miglio grano saraceno riso e Li. Co. Li

    Ingredienti

    100 gr farina di riso finissima
    150 gr fecola di patate
    150 gr amido di mais
    50 gr farina integrale di teff
    50 gr farina di miglio bruno integrale
    10 gr farina di grano saraceno
    10 gr xantano
    160 gr Lievito madre liquido ( Li. Co. Li.)
    400 gr acqua temperatura ambiente
    1 cucchiaino di miele
    2 cucchiaini di sale
    1 cucchiaio di olio evo





    Col Bimby

    Prelevo freddo dal frigo il lievito madre liquido (Li. Co. Li. , il mio è di farina di riso, farina di grano saraceno e latte di kefir ) e lo inserisco nel boccale insieme al miele e l'acqua.
    Mescolo 2 minuti 37 gradi velocità 3.
    Poi aggiungo le farine precedentemente miscelate allo xantano e mescolo 20 secondi velocità da 3 a 5.
    Aggiungo il sale e l'olio e mescolo altri 15 secondi velocità da 3 a 5.
    Infine impasto a velocità Spiga 2 minuti.

    Ovviamente potete usare anche una planetaria, delle fruste a torciglioni o impastare a mano con l'aiuto di un cucchiaio, perché l'impasto risulterà molto appiccicoso.

    Trasferire il composto nello stampo dove lo andrete a cuocere e vaporizzare pochissima acqua a temperatura ambiente. Coprire con pellicola trasparente leggermente unta di olio ( così l'impasto non appiccicherà n lievitazione ) e coprire con un panno.




    Mettere a lievitare finchè l'impasto non sarà raddoppiato ( A me ci son volute 8 ore ).

    Cuocere in forno statico nella parte più bassa del forno con leccarda capovolta a 200 gradi per 30 minuti, poi metto il pane al centro del forno e continuo a cuocere per altri 50 minuti circa.

    martedì 17 gennaio 2017

    Vellutata di zucca carote e patata



    Ingredienti per 3 porzioni abbondanti

    600 gr zucca
    300 gr carote
    1 patata
    1 cipolla
    1 cucchiaino dado vegetale Bimby o 1 dado vegetale
    700 gr acqua
    40 gr olio evo

    Mettere nel boccale la cipolla e tritare 2 secondi velocità 7 .
    Aggiungere le carote e la zucca tagliate a cubetti e la patata sbucciata e tagliata a rondelle.
    Stufare aggiungendo l'olio 5 minuti 100° velocità 1.
    Aggiungere il dado e l'acqua e cuocere 20 minuti 100°
    velocità 1.
    Omogeneizzare tutto 20 secondi velocità 7.
    È buonissima anche così ma se volete potete aggiungere dei crostini, anche di parmigiano se vi va, oppure dei formaggi tagliati a cubetti io ho scelto l'emmental che col calore si scioglieranno.
    Buon appetito.


     

    domenica 9 ottobre 2016

    Plumcake di riso nocciole castagne e gocce di cioccolato dark







    Ingredienti

    125 gr farina di riso finissima
    75 gr granella di nocciole ridotta in farina
    50 gr farina di castagne
    1 vasetto di yogurt alla vaniglia  ( va benissimo anche di soia o di riso)
    100 gr latte di avena certificato senza glutine ( per me marca la finestra nel cielo)
    50 gr olio di semi di girasole bio spremuto a freddo
    80 gr zucchero di canna
    2 uova
    1/2 bustina di lievito per dolci
    25 gr circa di gocce di cioccolato fondente

    Mescolare olio uova yogurt e latte molto bene, poi aggiungere gli ingredienti secchi ( farina zucchero e lievito ) e mescolare fino a formare un composto omogeneo. Col Bimby 20 secondi velocità 5.


    Aggiungere le gocce di cioccolato e incorporare bene. Col Bimby 20 secondi antiorario velocità 1.


    Trasferire il composto in uno stampo in silicone da plumcake  ( oppure in uno non in silicone ma foderato con carta da forno) e cuocere 40 minuti a 180° statico. 


    Con questa ricetta partecipo al contest
    The Mystery Basket ideato da La mia famiglia ai fornelli
    E ospitato per il mese di settembre da Senza è buono




     
     

    martedì 27 settembre 2016

    giovedì 18 agosto 2016

    Trancio di tonno in un letto di ceci

    Ingredienti

    2 tranci di tonno ( circa 600 gr)
    500 gr ceci lessati
    500 gr acqua
    1 cucchiaino di dado Bimby (oppure 1 dado vegetale )
    1 porro
    Sale qb
    Pepe qb
    Olio evo 4 cucchiai
    1/2 limone
    Prezzemolo tritato 1/2 cucchiaio
    4/5 pomodori ciliegino


    Per sicurezza ho preferito acquistare il tonno surgelato per scongiurare qualsiasi rischio di parassiti che possono trovarsi all'interno di questo pesce.
    La sera prima che decidiamo di prepararlo tirare fuori dal frezer il pesce e lasciarlo scongelare in frigo fino a 3 ore prima di servirlo a cena.
    Se ad esempio ceniamo alle 20.00, verso le 17.00 prendiamo dal frigo il tonno ormai scongelato , sciacquiamolo e asciughiamolo, cospargiamolo con pepe e sale.
    Mettiamo ogni trancio all'interno di una busta per alimenti e versiamo dentro anche il succo di limone e 2 cucchiai di olio evo.
    Chiudiamo e lasciamo marinare in frigo 3 ore.

    Nel frattempo prepariamo la crema di ceci.

    In una casseruola versiamo l'acqua e il dado e accendiamo il fuoco, mescoliamo e versiamo il porro tagliato a pezzetti e i ceci lavati e scolati.
    Appena inizia a bollire spegnere il fuoco e frullare tutto con il minipimer.
    Alle 20.00 tiriamo fuori il pesce dal frigo e cuociamolo in una bistecchiera.


    Versiamo la crema di ceci nei piatti
    adagiamo il pesce, copriamo con altra crema di ceci, una manciata di prezzemolo e i pomodori ciliegino tagliati a metà.
    Buon appetito !
     
     
     

    Paccheri fatti in casa con asparagi gamberetti e pachino

    Ingredienti per 3/4 persone

    Impasto:
    250 gr farina per pasta Senzaltro
    3 uova medie
    20 gr acqua tiepida
    Sale 1/2 cucchiaino

    Condimento
    200 gr gamberetti surgelati
    2 scalogni
    7 pomodori pachino
    Olio evo 2 cucchiai
    1 mazzo di asparagi.

    Prima di tutto prepariamo la pasta mescolando la farina le uova il sale e l'acqua.




    Verrà un composto bello liscio che avvolgeremo in pellicola.

    Stendiamo un pezzo per volta aiutandosi con farina di riso ( sempre Senzaltro senza glutine) dello spessore di circa 2 millimetri.
    Se avete la macchina per stendere la pasta farete molto prima.


    Tagliamo a rettangoli di 6 cm per 8 cm.









    Bagniamo con il dito bagnato un lato corto del rettangolo e chiudiamo il pacchero arrotolando.  ( vedi foto)













    Continiamo così fino a terminare tutto l'impasto.
    Lasciamo asciugare in frigo per almeno 8 ore.
    Trascorso il tempo necessario prepariamo il sugo tagliando le punte degli asparagi e mettendole da parte.
    Togliamo l'ultima parte dura di ogni gambo e tagliamo a pezzettini tutto il resto di ogni gambo e mettiamo ancora da parte.
    Tritiamo lo scalogno e mettiamo anch'esso da parte.
    Tagliamo i pomodori pachino in 4 spicchi e lasciamo da una parte.




    Mettiamo olio in una padella a soffrigger con lo scalogno 2 minuti, aggiungiamo i gambi degli asparagi tagliati a pezzetti e copriamo con un coperchio per 3 minuti. Aggiungiamo 1/2 bicchiere di acqua e cuociamo coperto per 10 minuti circa aggiungendo anche le punte di asparagi.




    Nel frattempo mettiamo a cuocere la pasta. La cottura dei paccheri è  in tutto di 5 minuti perciò attenzione a calcolare bene i tempi.
    Aggiungiamo al sughetto i pomodori e i gamberetti surgelati e cuociamo altri 4 minuti circa...


    a questo punto la cottura della pasta deve corrispondere alla fine della cottura del sugo...perciò dopo 4 minuti scolare bene la pasta e finire di cuocere in padella nel sugo per far prendere bene il sapore.
    Buon appetito!